Di Gavi In Gavi – edizione 2015

30
Dic

Quest’anno, domenica 30 agosto, grazie alla collaborazione con il Consorzio di Tutela del Gavi, la nostra associazione ha dato un duplice contributo alla valorizzazione di questo antico vino.

In primo luogo, come gli anni scorsi, abbiamo assicurato, con i nostri volontari, visite guidate alla Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Maggiore e ai tre Oratori delle Confraternite gaviesi (Rossi, Bianchi, Turchini), quattro preziosi scrigni di storia, d’arte e di fede.

Inoltre, novità di quest’anno, siamo stati coinvolti nella realizzazione di scene tratte da leggende e storie autentiche di Gavi e del suo vino: un legame imprescindibile, quello tra il Gavi, la città di Gavi, la sua storia millenaria, che è stato riconosciuto anche dal Consorzio come efficace motore di promozione.

Grazie ad Armando Di Raimondo, nostro vice-Presidente e uno dei migliri storici dell’Oltregiogo Genovese, che ha messo a disposizione di questo progetto documenti inediti frutto delle sue ricerche d’archivio.

Grazie al prof. Luigi Pagliantini, nostro Segretario, che ha messo a disposizone la sua esperienza ed il suo talento di sceneggiatore, regista ed attore.

Grazie alla compagnia “A Bretti” di Ovada (AL), all’Aleramica di Alessandria (AL) ed al Corteo Storico “Contea Spinola” di Ronco Scrivia (GE), che assieme ai rievocatori gaviesi hanno messo in scena:

– la leggenda della Principessa Gavina

– la storia del Barbarossa che dopo la sconfitta di Legnano ricovera la propria famiglia nell’inespugnabile Gavi

– le vicende di quei produttori gaviesi che nel XVII secolo sfidarono le ire della Pepubblica di Genova per anticipare i tempi della vendemmia ottenendo un vino di qualità che alla fine mise tutti d’accordo.

Per altri dettagli, potete consultare il seguente link

Collaborazione a “Di Gavi In Gavi” edizione 2015